Archivio Articoli

Slot nella sanatoria - 82754

Quattro parole, scandite con tono scherzoso, amichevole e apparentemente innocuo. E per il la tendenza non cambia. Un mercato che va a gonfie vele, e non solo per i monopoli di Stato. Tuttavia, mentre aumentano gli investimenti nella pubblicità, aumentano i rischi per gli utenti. Inutile dire quante vite e famiglie sono strozzate da questa malattia.

STUDIO DIAGNOSI E CURA DEL GIOCO DAZZARDO PATOLOGICO

Probabilmente in ritardo, ma esce con un intervento di estrema durezza. Avrà una conclusione imperativa l'incontro che due associazioni cattoliche pistoiesi in collaborazione con la diocesi e con il contributo del Cesvot regionale organizzano oggi alle 21, nell'aula magna del Seminario di Pistoia. Ma le concessionarie non intendono pagare: Acli e Ceis proporranno iniziative per sensibilizzare l'opinione pubblica pistoiese attorno all'argomento. L'incontro ruota su due relazioni: il responsabile nazionale Legalità delle Acli, Antonio Russo e il direttore Ceis di Genova parleranno del rapporto fra criminalità e gioco d'azzardo nonché dei modi per prevenire le patologie. Talmente innumerevole in crisi che è caduta addirittura la vecchia richiesta di Montecatini Terme di potere aprire una casa da gioco per attirare turisti e insieme gli incassi fianzniare terme e escursionismo. Perchè la gente ormai si catastrofe gratis sotto casa. Senza nemmeno più il fascino del viaggio a S. Vincent o a Montecarlo. E comunque ci sono preti, come un curato di Viareggio.

Brexit & Azzardo: finisce la colonizzazione inglese dell'Italia?

Non importa come. Succede che, come sempre, a rimetterci siano i disgraziati. Insieme l'aumento delle Sale Bingo e, più pericoloso ancora, delle Videolottery o Vlt , macchinette mangiasoldi come le Slot Machine che sono collegate in agguato e hanno la possibilità di incamerare, uniche nel loro genere, banconote da euro. Quel Paese che, a detta di coloro che governano, vede la luce in fondo al tunnel, bensм non risulta abbia agganciato nessuna accelerazione concreta. Ripartiti in 40 milioni affinché dovrebbero rientrare tra il rinnovo delle concessioni ai soliti noti per nove anni, e , invece, dalle nuove videolottery che andranno ad aggiungersi alle

Slot nella - 27498

Gioconews Casinò - Ccnl casinò, tra richiami costituzionali e necessità aziendali

Insieme la Brexit si annuncia un rivoluzione nel settore e qualcuno inizia a tremare: siamo infatti alla vigilia del rinnovo di concessioni statali sul divertimento online e molti dei partecipanti puntano a firmare subito, prima che l'opinione pubblica si accorga del problema. Bensм se Brexit deve essere, deve esserlo soprattutto in questo settore Gaming in subbuglio L'industria inglese del gaming rappresenta da sola il sesto mercato eccezionale. I cosiddetti casual smartphone games - giochetti tipo candy crash o angry birds per capirci - sono diventati un vero affare e, secondo una ricerca di Newzoo, società di consiglio, generano profitti per 3,83miliardi di dollari l'anno. Il riferimento del ceo di Newzoo è a Sega o King società leader nei giochi su amovibile che detiene, appunto, il famoso Candy Crash. Azzardo made in Uk Se questo è vero nel settore del gaming e dei casual games, ove le scosse sono forti e si sentono, che cosa accadrà nel branca dell'azzardo è facile intuirlo: un rivoluzione. Dopo la Brexit, la Gaming Commission, ovvero l'authority che regola il branca legale nel Regno Unito, si è affrettata a rassicurare tutti. Ovviamente, le rassicurazioni ufficiali non rassicurano più nessuno, servono casomai per guadagnare tempo e tra i lobbysti è scattata la corsa al rimedio. Tenteranno di appoggiare una pezza là dove si è aperta una voragine. Vediamo i tre nodi critici della questione.

Leave a Reply

Your email address will not be published.*